Ore 21:00

Compagnia Giglio/Prosperi, Roma

Scritto da Paola Giglio

Regia di Marcella Favilla

Con Paola Giglio

Durata 55 minuti

2018 ‘Miglior Attrice Protagonista’ e Miglior Allestimento’ Premio Nazionale Città di Leonforte
2018 Menzione speciale ‘Premio Giovane Scena delle Donne 2018’, Sesto al Reghena.
2016 ‘Premio MaldiPalco, Teatro Tangram, Torino.

P. è sempre stata fidanzata, dall’età di 5 anni. Nella sua vita è saltata da una storia all’altra senza soluzione di continuità, schiava dell’amore e degli uomini, ai quali proprio non sa dire di no.

Ora però qualcosa è cambiato: è rimasta sola, faccia a faccia con sé stessa, senza nessuno cui rivolgersi, da cui farsi consolare. Del resto non ne poteva più della spirale amorosa in cui era incastrata da sempre, con uomini tutti banalmente diversi.

Finché non è arrivato F., che l’ha portata dove si trova ora. Dove P. ha fatto un passo avanti nella consapevolezza di sé: non c’è bisogno di avere un uomo accanto per sentirsi completa.

C’è voluta una relazione violenta per farglielo capire. E no, non ha avuto un’infanzia difficile, nessun problema in famiglia. Capita, anche alle migliori di rimanere invischiate in rapporti malati e potenzialmente pericolosi.

È possibile uscirne indenni, senza segni di mani strette sul collo o costole fratturate? È ciò che si chiede P., che la sua esperienza l’ha avuta e certo sa, al contrario di noi, come è andata a finire.

Ce lo racconterà, certo. Ci dirà tutto, dall’inizio.